Okkio alla salute

Il sistema di sorveglianza nazionale OKkio alla SALUTE, promosso e finanziato dal Ministero della Salute/Centro per il Controllo e la prevenzione delle Malattie, coordinato dal Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute dell’Istituto Superiore di Sanità e condotto in collaborazione con tutte le regioni italiane e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal 2007 costituisce una solida fonte di dati epidemiologici sugli stili di vita dei bambini della scuola primaria e rappresenta la risposta istituzionale italiana al bisogno conoscitivo del problema del sovrappeso e dell’obesità nella popolazione infantile.
 
L’Italia con i dati di OKkio alla SALUTE partecipa, inoltre, all’iniziativa della regione europea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità denominata COSI - Childhood Obesity Surveillance Initiative.
 
L’indagine - che viene svolta ogni due anni – prevede quattro questionari diversificati per: genitori, bambini, insegnanti e dirigenti scolastici e la rilevazione di peso e altezza dei bambini effettuata da personale sanitario. I questionari raccolgono dati su: stato ponderale, abitudini alimentari, esercizio fisico e, sedentarietà dei bambini della terza classe primaria e sul contesto scolastico e familiare.
 
Ad oggi sono state effettuate quattro rilevazioni: nel 2008/9, 2010, 2012 e 2014.
 
Il campione del 2014 ha visto la partecipazione di 2.672 classi, 48.426 bambini e 50.638 genitori, distribuiti in tutte le regioni italiane. Si tratta di un livello di partecipazione molto elevato, solo 3,3% di genitori ha rifiutato l’adesione dei propri figli all’indagine.
 
Regione Lombardia ha contribuito alla realizzazione dell’indagine con 542 classi campionate, ricevendo 4.774 consensi (97%) su 4.904 bambini iscritti.  
 
Visualizza il report.